Skatepark Etiquette - regole non scritte della sana convivenza in skatepark

Skatepark Etiquette - regole non scritte della sana convivenza in skatepark

Lo skatepark è diventato, negli ultimi anni, un ambiente molto eterogeneo. Sempre più persone si sono avvicinate agli sport rotellistici con diversi mezzi: skate, rollerskate, rollerblade, bmx e altro ancora.

Chi non ha mai frequentato l'ambiente prima d'ora dovrebbe, a mio avviso, adottare un atteggiamento aperto ed essere pront* ad imparare, perchè ci sono molte dinamiche che entrano in gioco in skatepark, invisibili agli occhi di un* semplice spettator*.

Lo skatepark non è un parco giochi. È un luogo dove le persone praticano la propria passione e hanno come obiettivo non solo diventare più brav* in quello che fanno ma anche migliorare l'ambiente in cui praticano la propria disciplina, trasmetterla ad altre persone e creare un ambiente sano e divertente.

Con queste premesse in mente, capirai subito che ci sono delle regole non scritte, anche se non è proprio di regole che possiamo parlare, piuttosto di buone pratiche da mettere in atto.

Ne elenco qui alcune, indirizzate in particolar modo a noi rollerskater, ma valide un po' per chiunque.

1 - Impara a pattinare, prima di andare in skatepark
È una cosa che molte persone dimenticano quando si avvicinano al rollerskate, ma a mio avviso importantissima. Impara le basi del pattinaggio prima di andare in skatepark: andare avanti e all'indietro, curvare, frenare velocemente, cadere in sicurezza. Non solo renderai l'esperienza più sicura per te, ma anche per le persone che ti circonderanno. 
Se non sai da dove cominciare, scrivimi una mail a info@covenrollerskate.com

 

2 - Non stare in mezzo. 
"In mezzo a cosa?" ti chiederai. Te lo spiego: proprio perchè in park coesistono tante discipline e tanti livelli diversi di preparazione, bisogna necessariamente fare attenzione alla condivisione degli spazi. Generalmente quando arrivo dò un'occhiata in giro: chi sta skateando e a che livello è? Quanto va veloce? Che linea sta facendo? Osservare e decidere attentamente dove skateare ti consentirà di non rischiare di far male a te stess* o ad altre persone.


3 - Se non sai fare niente, non andare negli orari di punta.
Tutti i park hanno degli orari di punta, ma generalmente per tutti è dalle 17 alle 21. Se è la tua prima volta in park non andare in quella fascia oraria, a meno che tu non voglia semplicemente metterti in un angolo isolato e fare quattro cosette. Sarà molto affollato, ci saranno molte persone che vanno veloce e non ti divertirai. Se riuscirai a prendere possesso di una rampa per provare a fare qualcosa, dovrai sorbirti gli sbuffi delle persone presenti che, prova ad empatizzare per un secondo, non hanno davvero voglia di guardarti cercare il tuo equilibrio per interi minuti, magari monopolizzando una rampa o un ostacolo. Vai in park quando sai fare qualcosetta, così sarà tutto più semplice.



4 - Le run durano in media 60-70 secondi.
Ok, sai fare qualcosa, magari pumping o trick dentro la transizione. Non monopolizzare la minirampa però: una run mediamente dura dai 30 ai 70 secondi. Oltre il minuto è carino da guardare solo se effettivamente hai dei buoni trick da condividere, altrimenti è noiosetto. Certo, hai tutto il diritto di skateare per quanto vuoi, ma spezza la tua pratica in tante run. Ricordati: non sei l'unica persona che sta aspettando il proprio turno.
Se sbagli e la run si interrompe, risali sul deck e lascia spazio alla prossima persona. È un gesto sempre molto apprezzato.


5 - Rispetta i turni, ovvero "don't be a snake"
"Snaking" è un'espressione che significa passare di fronte a qualcun* che stava aspettando di entrare in rampa e aveva dichiarato che fosse il suo turno, oppure interrompere la run di un'altra persona entrando in rampa o tagliando loro la strada. Ecco, non farlo. Sii cosciente di dove stai andando e che percorso stanno facendo le persone intorno a te. Per segnalare che stai passando o entrando in una struttura o ostacolo, cerca il contatto visivo con le altre persone, fai un cenno oppure parla: "entro" o "vado".


6 - Non lasciare la monnezza in giro, rispetta il park
Lo so, magari tu dirai "Non sono quel tipo di persona", e ti credo. Ma chi ti circonda si comporta allo stesso modo? Non c'è niente di peggio che uno skatepark pieno di immondizia! Ricordati che se lo frequenterai a lungo il park diventerà la tua seconda casa  - e lo è per molte persone. Abbandoneresti mai un cartone della pizza in mezzo al soggiorno?



7 - Se metti la cera, avvisa!
La cera è un argomento sempre controverso, ma non dev'esserlo per forza.
Ne parlavo in questo post.
In generale, mettere la cera senza avvisare o senza essere a conoscenza di come i local la pensano a riguardo è davvero da maleducati, soprattutto sul coping di una rampa.
Addirittura in alcuni park - magari privati o indoor - è vietato mettere la cera sul coping. Basta rivolgersi alle persone che vi stanno intorno e chiedere se per loro è ok che la mettiate. Non solo farete bella figura perchè farete capire che vi importa delle persone con cui state condividendo la session e che rispettate il park, ma soprattutto le renderete consapevoli del fatto che lì c'è della cera, così potranno avvisare chi skaterà lì una volta che ve ne sarete andate/i.



8 - Non sederti sulle strutture
Ma perchè vi sedete sui terrazzini della minirampa intralciando chi vuole skateare? Perchè usate i muretti come panchine? 
Ecco, non fatelo. 

 

 

Ora andate e skateate.

Doom


 

Lascia un commento

Si prega di notare che, prima di essere pubblicati, i commenti devono essere approvati.